unise

Sei qui: Home Università Info generali

Info Generali

banner chi siamo

L’Istituto Universitario, Unisanraffaele Università Telematica Privata U.N.I.S.E., è una Università libera, apolitica ed aconfessionale con Personalità Giuridica Riconosciuta ai Sensi dell´Art.52 del Codice Civile Svizzero in conformità degli Articoli 20 e 27 della Costituzione Federale Svizzera , è riconosciuta dall’ordinamento Giuridico Nazionale come Appartenente al settore Universitario Svizzero regolato dalla Legge Federale sulla promozione e sul coordinamento del settore Universitario Svizzero (LPSU entrata in vigore il 1 Gennaio 2015).Svolge attività di insegnamento a livello terziario edattribuisce titoli di studio in virtù del diritto di libertà di insegnamento e della ricerca scientifica e della libera attività economica in conformità agli articoli (art.20) – (art.27) garantiti dalla Costituzione Federale Svizzera, essi sono conformi alle Direttive della Conferenza universitaria svizzera per il rinnovamento coordinato dell’insegnamento nelle università svizzere nell’ambito del processo di Bologna (Direttive di Bologna) del 4 dicembre 2003, Inoltre i titoli conferiti sono validi ai fini del riconoscimento, secondo la Convenzione di Lisbona del 1997 del Consiglio d’Europa ratificata dalla Svizzera il 1 febbraio 1999 e dall’Italia con la legge n.148 del 11 luglio 2002.

UNISE inoltre è Campus Universitario di alcune importanti Università Europee, in linea con i dettami del trattato di Bologna, aventi sede in Spagna, Slovenia, Romania, svolge corsi universitari Masters in convenzione con Università a livello internazionale Europeo.

L’UNISE, Unisanraffaele Università Telematica Privata, opera a tutti gli effetti quale Università privata in virtu’ degli Art. 20 e 27 della Costituzione Federale Svizzera, utilizzando le tre lingue ufficiali elvetiche , Italiano , Francese , Tedesco unitamente all ‘ Inglese , offrendo corsi che portano al conseguimento di titoli accademici privati di Bachelor Degree (Lauree triennali), Master Degree (lauree specialistiche), Executive Master e Master of advanced studies, corrispondenti ai livelli 6,7,e,8 del sistema europeo E.Q.F.European Qualification Framework, Ne consegue che i titoli conferiti in virtù del diritto di libertà della scienza (art.20) e libertà economica (art.27) garantiti dalla Costituzione Federale Svizzera, ed essendo UNISE Campus Universitario in partnership con diverse Università Europee, svolge corsi universitari che sono conformi alle Direttive nell’ambito del processo di Bologna (Direttive di Bologna) del 4 dicembre 2003. Uso e riconoscimento dei titoli, dei periodi di studio e dei crediti per il proseguimento degli studi in Europa (cosiddetto riconoscimento finalizzato) I titoli conferiti sono validi ai fini del riconoscimento, secondo la Convenzione di Lisbona del 1997 del Consiglio d’Europa ratificata dalla Svizzera il 1 febbraio 1999 e dall’Italia con la legge n.148 del 11 luglio 2002.Per eventuale riconoscimento professionale si applica la direttiva 2005/36/CE.

Diversamente dalle altre università Svizzere, ben radicate nel contesto accademico elvetico, l’Università Telematica Privata Europea di Studi Internazionali può vantare stimolanti opportunità per affrontare le sfide poste dall’economia globale, dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni scientifiche. UNISE vuole confrontarsi con il sistema universitario svizzero ed offrire percorsi formativi originali, dettate da considerazioni di natura internazionale e ispirate all’applicazione di criteri in atto nel mondo accademico europeo, Percorsi che rispondono alla necessità di formare professionisti competenti in campi destinati ad influenzare in maniera sempre più incisiva l’evoluzione delle nostre abitudini di vita e ad incidere sul sistema socio economico. La consapevolezza di essere entrati in una nuova era, quella digitale, degli smartphone, dei tablet, dove la comunicazione avviene tramite le nuove tecnologie, ha dato vita ad un’Università all’avanguardia, in cui le lezioni vengono erogate telematicamente attraverso una piattaforma multimediale di ultima generazione e in cui si può comunicare virtualmente con i docenti e con i propri consulenti didattici.

L’UNISE, Unisanraffaele Università Telematica, ha inaugurato una rinnovata struttura organizzativa e dirigenziale a Ginevra presso la nostra sede legale, L’Istituto Telematico Privato Università Europea di Studi Internazionale, ha assunto tale importante decisione strategica in funzione del fatto che Ginevra è la seconda città della Svizzera dopo Zurigo , considerata una piazza internazionale e cosmopolita a livello finanziario , industriale ed istituzionale , è sede delle maggiori banche private nazionali ed estere e delle maggiori organizzazioni internazionali quali Croce Rossa , Nazioni Unite , Organizzazione Mondiale della Sanità , Organizzazione Internazionale del Lavoro , Alto Commisariato Nazioni Unite per i Rifugiati , Organizzazione Mondiale del Commercio ,Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare ,World Economic Forum, di conseguenza rappresenta la naturale ubicazione per un ente accademico di prestigio e caratterizzato da una innata propensione allo sviluppo ed al relativo consolidamento di relazioni sociali, istituzionali e professionali.

DISPOSIZIONI DI LEGGE:

COSTITUZIONE-FEDERALE.pdf  
convenzione_lisbona-SV.pdf Uso e riconoscimento dei titoli, dei periodi di studio e dei crediti per il proseguimento degli studi in Europa (cosiddetto riconoscimento finalizzato)
DIRETTIVA-2005.36.CE_.pdf Per eventuale riconoscimento professionale si applica la direttiva 2005/36/CE

Le lezioni on-line

La grande versatilità del sistema Unise è data dal fatto di erogare una didattica moderna attraverso una piattaforma multimediale di ultima generazione; è infatti possibile accedere, tramite un normale PC collegato ad internet, a tutti i corsi del proprio piano di studi, ottimizzando i tempi da dedicare allo studio. Una volta iscritti alla Uniesi, si riceve una password che consente l’accesso alla piattaforma multimediale, attraverso cui sono fruibili tutte le lezioni, 24h su 24, rivedibili quante volte lo si desidera. Il percorso didattico è integrato in tutte le sue fasi; oltre alle ore di aula, la Uniesi organizza stages, periodi formativi nelle aziende, ricerche di gruppo, tirocini e programmi di mobilità studentesca, anche all’estero.

PUNTI DI FORZA DEL NOSTRO ISTITUTO UNIVERSITARIO

Riconoscimento dei titoli di studio a livello europeo
UNISE è un’Università di diritto svizzero, è Campus Universitario di alcune importanti Università Europee, in linea con i dettami del trattato di Bologna, aventi sede in Spagna, Portogallo, Romania, Slovenia, Albania.

Orientamento internazionale
Le Facoltà prevedono programmi di studio con contenuto ad indirizzo internazionale, aprendo opportunità professionali a giovani che intendono affermarsi con successo in qualsiasi parte del mondo lavorativo.

Accreditamenti ed affiliazioni:
cartina del mondo

L'istituto privato UNISE stipula accordi quadro di cooperazione con Istituzioni di alta formazione e Centri di ricerca estere, nei quali possono essere regolati il reciproco scambio di professori, ricercatori e studenti, l'attivazione di corsi congiunti di Laurea, Laurea Magistrale, e Dottorato di Ricerca e la co-tutela della tesi finale, la costituzione di progetti e gruppi di ricerca congiunti.

Iscritta nel Registro dei Rappresentanti di Interesse della Commissione Europea con Numero di Reg.218440714584-51 quale organizzazione  svolge attività con l'obiettivo di influenzare, direttamente o indirettamente, l’elaborazione e attuazione delle politiche e il processo decisionale delle istituzioni europee quali risorse vengono investite da tali soggetti in queste attività quali organizzazioni accettano di essere vincolate da un codice di condotta comune.

La nostra Università è iscritta nel Database Generale (iCSO) del Dipartimento degli Affari Economici e Sociali&nbsp delle Nazioni Unite (DESA) - (filiale ONG), in Europa promuove e coordina numerose iniziative di cooperazione allo sviluppo nell'ambito del mandato dell'UNDESA, collaborando con le istituzioni Europee, le società civili. Link.Registro NGO Branch-UNIESI
 

International Council for Open and Distance EducationL'Istituto Universitario telematico privato UNISE è Mebro con N. Reg. 5386 dell' International Council for Open and Distance Education di Oslo, ente non governativo responsabile per l'insegnamento universitario a distanza a livello mondiale. Esso è riconosciuto dalle Nazioni Unite e affiliato all'Unesco www.icde.org  -  Elenco Università Partener ICDE.Link

Membro Ufficiale United Nations Academic Impact è un Consorzio Associativo Universitario globale che allinea gli istituti Universitari di Istruzione Superiore con le Nazioni Unite a sostenere attivamente dieci principi universalmente accettati in materia di diritti umani, l'alfabetizzazione, la sostenibilità e la risoluzione dei conflitti.

Unisanraffaele-Universita-Telematica 

UNISE IN EUROPA

Mappa Universita3

 

Mission Strategy

banner mission

La Mission

Istituto Universitario Privato, Università Telematica UNISE, ha come obiettivi fondamentali  la formazione a livello Universitario e  post Universitario e lo svolgimento della Ricerca Scientifica.
La UNISE svolge, congiuntamente, le attività di ricerca scientifica nei settori disciplinari presenti nelle Aree di sua competenza (Economica, Formazione, Giuridica, Ingegneristica, Politologica, Psicologica), le attività didattiche e ogni tipo di formazione di livello superiore, ivi compresi l’orientamento la formazione permanente e l’aggiornamento culturale e professionale nonchè la ricerca applicata.

Diritto allo studio

La UNISE assume ogni iniziativa affinché l’esercizio del diritto allo studio sia pienamente garantito in applicazione dei principi costituzionali Europei e contribuisce, in particolare e nei limiti delle proprie disponibilità e competenze, a garantire la compiuta realizzazione del diritto degli studenti alla formazione culturale e professionale.

Internazionalizzazione degli studi

L’ UNISE promuove la internazionalizzazione degli studi, dell’insegnamento e della ricerca scientifica e considera l’innovazione e la ricerca come fattori essenziali per la realizzazione di Centri di Eccellenza, di percorsi didattici nuovi e originali, capaci di attrarre un numero sempre crescente sia di studenti che di studiosi di altre Università. L’integrazione europea richiede un impegno particolare nell’innovazione degli obiettivi, dei contenuti dei progetti di ricerca e dei curricula e pertanto l’Ateneo considera tra i propri obiettivi primari lo sviluppo degli scambi internazionali di docenti, studenti e personale tecnico-amministrativo ausiliario, nonché la formazione di studenti stranieri. Nell’ottica dell’internazionalizzazione degli studi, fondamenti innovativi sono le modalità di Apprendimento Integrato di Contenuti e Lingue, un tipo di approccio che si va diffondendo in tutta Europa e che fornisce rilevanti opportunità di elaborazione del sapere critico in una prospettiva plurilingue costituendo un vero e proprio pilastro nel processo di costruzione di una società della conoscenza.

Diffusione della conoscenza informatica e linguistica

Obiettivi prioritari sono anche la diffusione della conoscenza informatica e linguistica, la realizzazione delle ampie possibilità insite nel CLIL, la condivisione di esperienze e la introduzione di buone pratiche all’interno dell’Europa, la creazione e l’incremento di strumenti di analisi e programmazione per un sempre migliore utilizzo dell’e-learning.
L‘ UNISE si è attribuita il compito prioritario:

  • di interpretare le dinamiche dei cambiamenti socio-politici con il conseguente continuo adattamento dei programmi e delle strategie didattiche alle evoluzioni delle tecnologie, del progresso scientifico e delle culture
  • di realizzare campus virtuali a livello europeo
  • di sviluppare nuovi modelli di organizzazione e di mobilità virtuale
  • di agevolare il gemellaggio tra scuole attraverso l’e-learning, per sviluppare la cooperazione e diffondere l’uso di Internet e dei contenuti digitali

Aggiornamento e formazione continua

Oltre alla realizzazione di tutte le potenzialità della teledidattica e della tele-ricerca e ad una particolare attenzione nei confronti di talune categorie di studenti (lavoratori, disabili, residenti all’estero e stranieri), la UNISE ha come obiettivi strategici i processi di internazionalizzazione dei metodi e dei saperi e l’offerta di corsi innovativi e mirati, nonché di percorsi di aggiornamento e formazione continua, tendenti a soddisfare la domanda di nuove competenze e professionalità, nonché le esigenze del contesto economico, sociale e produttivo delle zone di residenza degli studenti. Un campus virtuale che assume la fisionomia di uno spazio autenticamente europeo dell’apprendimento e della ricerca, che utilizza il potenziale dell’e-learning per realizzare la dimensione europea dell’istruzione.

Coopetition, adhocracy, data mining, education

L’Università Telematica UNISE, si pone in rapporto alle altre Istituzioni formative superiori in un’ottica di collaborazione competitiva mutuando, oltre al concetto di coopetition, (cooperation + competition), altri concetti e linee-guida della New e della Net Economy quali adhocracy, “flessibilità e tempestività delle azioni educative”, data mining, come “abilità nell’utilizzo delle risorse informatiche”, education, nell’accezione di “abilità di imparare ad imparare”, sapere, saper fare e saper essere; la capacità di gestire i bisogni ed individuare le aree in cui c’è maggior bisogno di incentivare l’accesso all’istruzione e alla formazione.

Cooperative Learning Oriented

Le pratiche didattiche si collegano alla metodologia Cooperative Learning Oriented, il cui obiettivo è di valorizzare le potenzialità dell’aula virtuale e dell’apprendimento collaborativo. I percorsi sono caratterizzati dall’incontro e dal confronto “in diretta”, in più momenti, fra tutti gli attori del processo formativo. La valutazione è realizzata come occasione di riflessione e di messa a punto dei percorsi ed assume il ruolo di volano nella costruzione del sapere. Le potenzialità che discendono dal gemellaggio elettronico (che va attivato anche tra le Università, le Istituzioni di Alta Formazione, i centri d’eccellenza) nonché dalla utilizzazione di contenuti digitali europei e dall’accessibilità a reti di biblioteche virtuali e a sempre nuove risorse e servizi elettronici atti a favorire anche la partecipazione attiva a modalità di apprendimento sollecitato e sostenuto dai dati (data-driven learning), la cui qualità ed efficacia dipende molto dalla capacità di utilizzare più lingue, determinano una più agevole integrazione nell’Unione Europea ed un crescente coinvolgimento dei soggetti interessati ai processi formativi e culturali.

Quadro Normativo

Accordi Svizzera Unione Europea sulla libera circolazione
Articolo 27 Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo in Materia di Istituzione
Concordato_intercantonale
Convenzione Confederazione e Cantoni Universitari
Convenzione dell’Aja del 1961
Convenzione di Lisbona 1997 del Consiglio d’Europa
Convenzione di Parigi 1959 del Consiglio d’Europa
Costituzione Cantone Grigioni ch
Costituzione Federale Svizzera
Legge federale aiuto alle universita?
Legge federale aiuto alle universita?
Legge federale sulla formazione professionale
Legge filiazione universita? straniere in Italia

Metodo di studio E-Learning

metodo elearning

L'Università Telematica Privata UNISE aderisce al piano E-Learning sulle Metodiche di Formazione a Distanza.

L’e-learning è una nuova metodologia formativa che utilizza la rete Internet come canale di comunicazione. Lo stesso concetto prende il nome di “Distance Learning University“.
Oggi l’istruzione a distanza si è sviluppata, in tutti paesi avanzati nell’ambito della formazione di base professionale continua ed Accademica. Mentre l’insegnamento tradizionale è basato sul contatto diretto fra docente/tutor ed allievo; l’insegnamento a distanza presuppone la distanza fisica tra le due figure, e l’uso di sistemi di comunicazione nei quali il computer svolge un ruolo essenziale, attraverso le tecnologie disponibili come lo scambio di email,ed il forum.

Le tecnologie multimediali e informatiche, di Internet contribuiscono ad arricchire i contenuti d’apprendimento. Qundi mettono a disposizione risorse e servizi didattici a distanza, quali forum, chat, e-mail, videolezioni, dispense, videoconferenze e questionari. Queste caratteristiche rendono i corsi più coinvolgenti, migliorando la qualità e l’efficacia dell’apprendimento.

Inoltre, si usufruisce di enormi vantaggi, come ad esempio:

L’erogazione di formative e di aggiornamenti senza richiedere spostamenti ed in tempi rapidi. La riduzione dei costi per la formazione di percorsi d’ apprendimento personalizzati.
Il tutto favorito dal sistema E-learning dove entrano in gioco le videochiamate. Infatti serve solo una webcam per creare un interfaccia tra studente e Tutor, così la comunicazione interpersonale sarà garantita ovunque.

La completa autonomia e flessibilità di studio è garantita!

Potrai risparmiare in tempo e in denaro evitando gli spostamenti previsti dalle tradizionali attività di apprendimento. E-learning significa studiare ovunque e in qualsiasi momento secondo le tue esigenze, scegliendo il metodo di studio a te più congeniale.

Nell’ E-learning entrano in gioco le videochiamate. Serve solo una webcam per creare un interfaccia tra lo studente e il Coach e la comunicazione interpersonale sarà garantita in qualsiasi parte del mondo in cui ci si trova.La velocità nelle comunicazioni e nell’assistenza riducono le attese e i “tempi persi”.

Le videochiamate garantiscono oggigiorno livelli sublimi di interfaccia: la high quality di video e audio si concretizzano in una straordinaria nitidezza di immagine e in un flusso audio puro ed ininterrotto.

Inoltre, parlare in video è gratuito usufruendo le chiamate con Skype! Vedere i proprio Tutor e assistenti mentre si parla non costa nulla, in qualsiasi paese del mondo essi si trovino.

Metodo di studio E-Learning con video lezioni

videolezioni

L’obiettivo principale del nostro Ateneo è quello di favorire l’accesso al sapere da parte di tutti i cittadini del mondo, senza limiti di spazio e di tempo.

Tale finalità è perseguita mediante l’attuazione del modello didattico, elaborato, in anni da parte del dipartimento di “Tecnologie dell’Istruzione e dell’Apprendimento”, dell’Università Telematica Privata UNISE.

Le presenti linee guida si compongono di due parti:

  • nella prima parte, imparerai come si sviluppa il processo di apprendimento nell’ambito del modello didattico dell’Università Telematica Privata UNISE, che prevede l’erogazione degli insegnamenti in moduli e lo svolgimento di attività didattiche a distanza e tradizionali;
  • nella seconda parte, apprenderai come si articola il Cyberspazio Didattico, ossia l’ambiente in cui si sviluppano tutte le attività didattiche a distanza.

1. IL PROCESSO DI APPRENDIMENTO

La didattica dell’Istituto Universitario privato Europeo di Studi Internazionali non segue il tradizionale schema a semestri, ma si svolge attraverso l’erogazione degli insegnamenti. Tutti gli insegnamenti dei Corsi di Laurea dell’ Università Telematica Privata UNISE, sono erogati in moduli, che hanno durata variabile a seconda dei crediti formativi attribuiti all’insegnamento e che si ripetono quattro volte nel corso dell’Anno Accademico.

Accanto a te, per sostenerti nel tuo percorso formativo, ci sono due specifiche figure professionali:

  • il Mentor, che si occupa della tua accoglienza e ti offrirà il suo supporto durante l’intero Corso di Laurea, ascoltando le tue esigenze e garantendo le migliori condizioni per lo svolgimento proficuo del Processo di Apprendimento;
  • il Tutor, specifico per ogni insegnamento, che ha il compito di facilitare il tuo percorso di apprendimento e di comunicazione in rete, fornendoti gli strumenti per affrontare con profitto lo studio della materia e guidandoti fino al sostenimento dell’esame.

Per ciascun insegnamento gli studenti sono suddivisi in classi, sulla base dei profili individuali che risultano dalle risposte degli studenti ai Questionari di ingresso compilati all’atto dell’immatricolazione. Ciascuna classe è affidata ad un Tutor e pu? essere costituita al massimo da 30 studenti per tutte le Facoltà, tranne che per i Corsi di Laurea della Facoltà di Ingegneria, le cui classi sono composte da un massimo di 20 studenti.

Durante il periodo di erogazione di un insegnamento, il tuo Tutor ti seguirà nello svolgimento dell’attività didattica, proponendoti materiale didattico ad hoc ed interagendo con te attraverso gli strumenti di comunicazione a disposizione, che troverai nella Pagina del Tutor nel Cyberspazio Didattico.

Per ottenere il riconoscimento di 1 credito formativo, tieni presente che secondo la normativa vigente esso corrisponde a 25 ore di attività, di cui, indicativamente:

  • 5 ore di videolezioni che troverai digitalizzate nella Videoteca del Cyberspazio didattico; queste videolezioni ti impegneranno per 10 ore del tuo tempo, in quanto riteniamo opportuno che tu segua ogni lezione per due volte;
  • 10 ore di studio individuale sui testi e sugli esercizi che troverai nella Mediateca e nel Laboratorio Virtuale del Cyberspazio Didattico
  • 5 ore di attività assistite dai Tutor.

Ad esempio, per un insegnamento che comprende 25 videolezioni (da 1 ora ciascuna), otterrai il riconoscimento di 5 crediti formativi attraverso:

  • 50 ore complessive di visione delle videolezioni (2 ore per ciascuna videolezione);
  • 50 ore di studio individuale;
  • 25 ore di attività assistite dai tutor.

Alla fine del periodo di erogazione dell’insegnamento, saranno organizzate le sessioni d’esame.

Guida rapida all’utilizzo della piattaforma E-learning

elearning

Per poter fruire dei corsi di Laurea online è necessario colleggarsi alla piattaforma e-learning:
  1. Cliccare il pulsante [CAMPUS ONLINE] posto in alto a destra della Home, in questo modo avvierete la piattaforma e-learning che vi porterà ad una porta d’ingresso dove dovrete inserire username e password nel modulo esposto quindi cliccare [ENTRA]
  2. Accedere alla pagina “Fruizione corsi” (che mostrerà il corso di laurea corsi  a cui lei risulta iscritto)
  3. Selezionare la prima lezione del corso di laurea che dovrà essere seguita e scaricata.
  4. Dalla pagina del corso di Laurea (che mostra il programma del corso e l’elenco dei capitoli) è possibile accedere alle video-lezioni (cliccando sul titolo delle stesse), ai documenti (cliccando sul nome degli stessi)

I contenuti del corso di Laurea devono essere seguiti in modo sequenziale: la piattaforma e-learning la guiderà in questo mostrandole come abilitati solo i contenuti a cui può effettivamente accedere secondo il percorso didattico previsto dal suo corso di Laurea.


Requisiti di sistema

I requisiti di sistema per fruire i corsi on-line sulla piattaforma e-learning UNISE:

  • Sistema Operativo Windows o Macintosh
  • Browser per Internet (Internet Explorer, Mozilla, Chrome, Safari, Opera)
  • Connessione ADSL (minimo 100K in download es. ISDN doppia a 128K)

Preparazione esami: Il Metodo

preparazione

Il nostro metodo si basa sulla specializzazione del Coach nella singola materia. Il Coach effettua sempre una rivisitazione dell’argomento trattato nella lezione precedente, per poi proseguire con la spiegazione del successivo previsto dal progetto didattico, attraverso l’utilizzo di tecniche di programmazione neurolinguistica che consentono, la memorizzazione dei concetti chiave con il minimo sforzo. Attraverso le verifiche programmate con il coordinatore d’area lo studente viene sottoposto ad una serie di simulazioni che rispecchiano l’esame che si andrà effettivamente a sostenere, sia nei tempi che nei modi.
L’aspetto innovativo ed originale sta nel metodo denominato “mental maps”, una tecnica di rappresentazione grafica della conoscenza, ideata dallo psicologo inglese Tony Buzan intorno al 1960. Egli ha intrapreso un percorso di studi circa la possibilità della mente umana di associare concetti ed informazioni in modo non lineare, basata sulla differenziazione funzionale dei due lobi cerebrali:

  • il sinistro, che elabora le informazioni in modo lineare, logico, analitico, quantitativo, razionale e verbale, e può essere stimolato mediante rappresentazioni di tipo testuale;
  • il destro, che opera in modo non lineare, bensì olistico, intuitivo, immaginario e non verbale, e può essere stimolato mediante rappresentazioni gerarchiche, collocazioni spaziali, simboli e colori.

Una mappa mentale consiste in un diagramma nel quale i concetti vengono presentati in forma grafica: l’idea principale si trova al centro dello schema, mentre le informazioni e i dettagli di approfondimento vengono legati secondo una geometria radiante via via verso l’esterno e talvolta con una particolare rotazione.

Un Tutor Interattivo sempre a disposizione

online training

Nell’ambito del modello didattico adottato dall’Università Telematica Privata UNISE , il Tutor svolge un ruolo cruciale, ponendosi come mediatore tra gli attori del Processo di Apprendimento, affinché si realizzi una Rete di Scambio di Sapere (RERS).

L’attività di Tutorato rappresenta uno dei momenti più significativi dell’apporto formativo e richiede una significativa interattività tra Tutor e studente. E’ noto infatti che lo studente apprende mediante una continua interazione tra cognizioni teoriche (attraverso le lezioni magistrali), nozioni che si acquisiscono grazie all’esempio ed ai consigli dei più esperti (attraverso la discussione e il confronto nei forum) e pratica sul campo (attraverso le esercitazioni guidate dal Docente e/o dal Tutor e rivolte personalmente, singolarmente, allo studente).

La fase del Tutorato è quindi un necessario complemento a quella della lezione magistrale e a quella successiva dell’autoapprendimento.

Il Tutor si presenta come un “progettista” delle esperienze di apprendimento degli studenti, un consulente ed una guida del Processo di Apprendimento; diventa membro di una squadra di apprendimento, riducendo il rischio di isolamento dello studente.

Spetta al Tutor il compito di organizzare e mettere a disposizione degli studenti un insieme di materiali e di strumenti che integrino il contenuto delle lezioni teleimpartite e forniscano, nel loro insieme, un quadro preciso ed attuale dei singoli insegnamenti.

Come mostrano i risultati di alcuni studi condotti sul campo, il ruolo del Tutor è avvertito dagli stessi discenti come una sorta di interfaccia tra lo studente e l’insegnamento; la sua attività dovrebbe mirare a realizzare quella interattività tra studente e Docente che manca nelle videolezioni.

Inoltre, una caratteristica da cui non si pu? prescindere risulta essere la velocità nelle risposte, sottolineando il bisogno degli studenti di avere qualcuno che dimostri una presenza costante e affidabile. Il suo contributo sarà ancora più apprezzato per la proposta e la correzione di prove scritte in vista dell’esame, realizzando cos? un percorso didattico “semi-guidato” che porti lo studente all’esame finale con una preparazione attinente alle esigenze dei singoli programmi.

I compiti del Tutor dell’Istituto privato Universitario Europeo di Studi Internazionali sono orientati verso l’organizzazione stessa e verso gli studenti.

I compiti verso l’organizzazione consistono in:

  1. Selezionare/adattare i materiali di apprendimento:
    • Selezionare ulteriori risorse di apprendimento;
    • Organizzare l’accesso del discente alle risorse di apprendimento.
  2. Dare una valutazione/un feedback:
    • Rispetto ai risultati del discente e alle esperienze del discente sul programma e sul corso;
    • Rispetto alle materie e agli aspetti organizzativi;
    • Rispetto ai problemi degli studenti

I compiti verso il discente sono i seguenti:

  1. Supportare la motivazione dello studente:
    • Mobilitare e mantenere la motivazione;
    • Creare un clima aperto e positivo;
    • Compensare le necessità sociali del discente.
  2. Dare aiuto sui contenuti del corso:
    • Collegare i contenuti alle conoscenze pregresse;
    • Risolvere i problemi sui contenuti;
    • Stimolare l’applicazione dei contenuti nella vita professionale.
  3. Sviluppare le competenze di studio:
    • Promuovere lo spirito critico;
    • Sviluppare gli stili di apprendimento e le strategie cognitive;
    • Aiutare ad autoregolamentare lo studio e la formazione;
    • Promuovere la consapevolezza dei fattori contestuali di apprendimento;Introdurre lo studente all’utilizzo delle nuove tecnologie (e-mail, chat, videoconferenza, Internet).
  4. Dare una valutazione/un feedback:
    • Informare il discente sui progressi;
    • Preparare il discente agli esami;
    • Aiutare il discente a sviluppare un’autovalutazione realistica.

A questi compiti si aggiungono altre funzioni specifiche del tutorato.

All’inizio del corso, ad esempio, il Tutor:
- definisce che cosa il discente pu? aspettarsi dal corso;
- verifica le conoscenze pregresse;
- offre suggerimenti e materiali per colmare i vuoti delle conoscenze precedenti, se è necessario offre formazione alle competenze di studio (specialmente sulla gestione del tempo).

La fase successiva, quella che comincia con l’inizio del corso stesso, rende evidente il ruolo di mediatore rivestito dal Tutor. Durante il corso, infatti, egli svolge una serie di compiti con il preciso fine di guidare il rapporto didattico e definire le basi per le condizioni di scambio di sapere fra gli attori del Processo di Apprendimento.

Questi compiti sono:
- arricchire i materiali del corso e dare accesso alle risorse di apprendimento (creando links a siti Internet, esercitazioni in rete, ecc.);
- identificare i problemi di studio e trovare le eventuali soluzioni;
- formare le competenze di studio specifiche e le capacità cognitive;
- appoggiare le attività pratiche;
- “provare” i contenuti del corso;
- dare un feedback obiettivo e costruttivo sui risultati dell’apprendimento e sul Processo di Apprendimento al fine di rinforzare i successi dello studente;
- aiutare ad applicare il contenuto del corso nelle situazioni di vita reale;
- stimolare l’aiuto reciproco dei discenti (fungendo cos? da mediatore);
- monitorare (valutare) la prestazione.

Durante l’erogazione del modulo di insegnamento, il Tutor effettua valutazioni qualitative e quantitative dell’apprendimento, al fine di monitorare costantemente i risultati del Processo di Apprendimento e di fornire un supporto personalizzato agli studenti in vista del superamento dell’esame al termine del modulo.

La valutazione quantitativa della partecipazione degli studenti è effettuata dal Tutor sulla base delle statistiche relative alla navigazione dello studente nel Cyberspazio Didattico, in termini di: numero di accessi etempo di fruizione degli Ambienti di Apprendimento e degli strumenti di Tutoring On Line, numero di esercizi svolti e valutazione/autovalutazione media.

Ad integrazione di tale monitoraggio, il Tutor somministra a tutti gli studenti le schede di valutazione (preferibilmente con domande a risposta aperta e/o esercizi) per il controllo qualitativo dell’apprendimento dei contenuti delle lezioni magistrali.

L’esito della valutazione qualitativa e quantitativa costituisce la base per l’attuazione di iniziative mirate da parte del Tutor per il potenziamento dell’apprendimento da parte degli discenti, nonché per l’ammissione all’esame.

L’offerta di materiali didattici integrativi da parte del Tutor presenta una duplice valenza: da un lato quella di colmare eventuali lacune nel Processo di Apprendimento del singolo studente o di gruppi di studenti e dall’altro quella di soddisfare eventuali interessi specifici di approfondimento. Questi materiali possono essere: libri e articoli (quindi anche dispense o schemi), CD-ROM, riferimenti bibliografici o sitografici, esercizi, laboratori virtuali.

Il ruolo di mediatore del Tutor prevede poi un’ultima fase in coincidenza con la fine dell’erogazione dell’insegnamento; qui il Tutor aiuta a rivedere i contenuti dell’insegnamento, prepara i discenti agli esami e chiede loro una valutazione dell’insegnamento stesso, ottenendo cos? gli elementi per un feedback del processo di insegnamento/formazione, dei risultati e della valutazione da parte del discente.

Come si è già evidenziato, il Tutor opera in stretto contatto con gli studenti e le sue attività sono mirate a creare un contesto di collaborazione e di assistenza diretta verso gli studenti, secondo due modalità complementari: la modalità a distanza (sincronica e diacronica) e la modalità tradizionale.

Per svolgere in modo efficace un ruolo cos? importante e complesso, il Tutor deve possedere un insieme di competenze, che si possono ricondurre a cinque aree fondamentali:

  • competenze disciplinari specifiche;
  • competenze professionali specifiche;
  • competenze di tipo organizzativo;
  • competenze comunicative e relazionali;

Il Sistema Universitario Svizzero

Il settore universitario svizzero si caratterizza per la libertà dell'offerta formativa: non è necessaria infatti alcuna autorizzazione per il rilascio dei titoli di studio universitari o l'organizzazione di esami. L'esercizio dell'attività formativa rientra nella "libertà economica e della scienza", principi contenuti negli articoli 20 e 27 della Costituzione federale.
Per un'istituzione universataria la certificazione all'accreditamento pertanto è facoltativa: questa può rilasciare titoli di studio accademici, che infatti non possiedono valore legale, salvo per le professioni regolamentate (es. Medicina).
Per quanto concerne invece le professioni non regolamentate (es. giornalismo, management, ecc.) è il datore di lavoro a "riconoscere" il valore di un titolo di studio; può risultare significativa la certificazione di qualità che viene rilasciata facoltativamente da Enti di accreditamento a università pubbliche e private o a singoli cicli di studio delle stesse, procedure che si conformano alle tendenze internazionali. Tali marchi di qualità non rappresentano comunque alcun riconoscimento o validità statale dei titoli conferiti. In Svizzera infatti, fatta eccezione della specificità di alcuni casi, è l'utente stesso o il mercato del lavoro più che lo Stato a giudicare la qualità e il valore di una formazione.
Circa il proseguimento degli studi, spetta alle università riconoscere il valore di un titolo acquisito in precedenza, facendo riferimento alle norme della Convenzione di Lisbona del Consiglio d'Europa del 1997.
A disciplinare l'esercizio in Svizzera di professioni regolamentate, infine, è la direttiva CE/2005/36 dell'Unione Europea, già in vigore in Svizzera dal 1 Novembre 2011.

PUBBLICATE LE NUOVE DIRETTIVE PER L’ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE

La Legge federale sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario svizzero (LPSU) richiede che gli istituti universitari svizzeri dispongano, allo scadere del periodo transitorio di 8 anni ( 1 gennaio 2023) mediante un accreditamento istituzionale, di propri sistemi di garanzia della qualità e che detta garanzia sia efficacemente attuata secondo criteri nazionali e standard internazionali. L’art. 8 delle direttive ,pubblicate ufficialmente il 1 luglio 2015,conferma che l’accreditamento istituzionale è il presupposto per disporre del diritto di usare la denominazione – se un’istituzione vuole definirsi "Istituto universitario", "Università" o "Alta scuola pedagogica", nessuna altra conseguenza giuridica ne deriva. L’uso di denominazioni affini (accademia, ateneo, scuola universitaria) rimane libero senza necessità dell’accreditamento istituzionale.

https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/20151363/index.html

DEFINIZIONI DI RICONOSCIMENTO E ACCREDITAMENTO

DEFINIZIONI DI “RICONOSCIMENTO E ACCREDITAMENTO” TRATTO DAL “EAR EUROPEAN AEREA OF RECOGNITION MANUAL” A seconda del paese, termini diversi possono essere utilizzati in riferimento allo status dell'istituto o del programma. I due più comuni sono "riconoscimento" e "accreditamento". Essi sono spesso usati come sinonimi, ma non sono sinonimi.

IL RICONOSCIMENTO si riferisce allo status ufficiale previsto dalla legislazione nazionale. L'istruzione superiore è disciplinata dalla legislazione nazionale in molti paesi. Leggi in materia di istruzione superiore stabiliscono il quadro di riferimento per il sistema nel suo insieme, criteri generali che devono essere soddisfatti, definiscono le politiche e le procedure che concedono alle istituzioni, sia pubbliche che private il diritto di conferire titoli. Le istituzioni che soddisfano i requisiti stabiliti dalla legislazione nazionale e che hanno l'autorità ufficiale di concedere titoli accademici devono essere considerati riconosciuti, anche se può essere utilizzato un termine diverso.

L'ACCREDITAMENTO è una decisione formale di un'autorità riconosciuta che ha verificato se l'istituzione e / o il programma sono conformi alle norme minime di qualità predefinite. L'accreditamento è di solito un processo volontario e viene concesso per un determinato numero di anni, dopo che l'istituzione o il programma deve richiedere un nuovo accreditamento

NUOVA LEGGE FEDERALE SUL SETTORE UNIVERSITARIO

NUOVA LEGGE FEDERALE SUL SETTORE UNIVERSITARIO - Il 1 gennaio 2015 è entrata in vigore la nuova legge federale sul coordinamento delle politiche universitarie LPSU. La legge prevede che, a partire dal 01.01.2023, per usare la denominazione “università” sarà necessario l'accreditamento istituzionale, inteso come “certificazione o marchio di qualità”. Rimarranno di uso libero denominazioni analoghe come “accademia”, “ateneo”, ecc. Durante il periodo transitorio ,cioè per i prossimi 8 anni, la denominazione “università” rimarrà di uso libero a livello nazionale svizzero. La legge è frutto di accordi fra tutti i Cantoni ed il Governo Federale dopo la revisione della Costituzione Federale. L'accreditamento quindi non va' confuso con il “riconoscimento giuridico” dell'istituto e non è un riconoscimento da parte dello Stato del valore legale dei titoli conferiti che in Svizzera non esiste.

I nostri titoli sono ufficialmente riconoscibili in Europa ai sensi del comunicato di Bucarest del 2012 dei Ministri dell'Istruzione superiore dei 47 Paesi dello Spazio Comune Europeo EHEA

Il 26 e 27 aprile 2012 a Bucarest, Romania, i 47 Ministri dell'istruzione superiore dei Paesi membri del Consiglio d'Europa, firmatari della Convenzione di Lisbona del 1997 e appartenenti allo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore EHEA, (per la Svizzera la Segreteria di Stato per l'Educazione e la Ricerca SER ora SEFRI, e per l'Italia il Ministero dell'Istruzione Ricerca e Università MIUR) hanno accettato e raccomandato a tutte le autorità competenti per il riconoscimento dei titoli stranieri l'uso, come linee guida per il riconoscimento dei titoli stranieri e come compendio di buone prassi, del "Manuale sul riconoscimento nello spazio europeo" (European Manual Recognition Area EAR), edito nel gennaio 2012 da un gruppo di centri di informazione sul reciproco riconoscimento dei titoli (ENIC) di Belgio, Cechia, Danimarca, Francia, Lituania, Polonia, Olanda, Regno Unito.

Nel manuale si descrivono dettagliatamente le procedure che devono essere seguite dalle autorità competenti per il riconoscimento dei titoli stranieri ai sensi della Convezione di Lisbona del 1997.

I titoli conferiti dalla nostra università, in quanto riconosciuta nel sistema universitario svizzero, possono essere ammessi al riconoscimento conformemente a quanto stabilito nel manuale ai paragrafi 3, 13, e 16. (vedi testo evidenziato)

Il manuale stabilisce inoltre che, rifiutare il riconoscimento o dichiarare che esso non possa essere ammesso, per il solo fatto che i titoli sono conferiti da un istituto non accreditato, viola manifestamente le procedure e non si conforma alla raccomandazione ministeriale.

Il rigore didattico di un sistema e-learning di eccellenza

rigore

I vantaggi e il rigore didattico della Piattaforma e-Learning di UNISE:

  1. LA TECNOLOGIA DELLA PIATTAFORMA
    Il sistema UNIESI e-learning si appoggia su una piattaforma informatica appositamente progettata al fine di erogare corsi on-line e di gestire la comunità degli studenti.
  2. I RIFERIMENTI NORMATIVI
    La formazione degli Studenti attraverso la metodologia “e-learning” è disciplinata dalle direttive Europee per lo studio a distanza con modalità”e-learning”. Nelle linee guida sono definiti i criteri e le condizioni che consentono l’utilizzo di questa metodologia ed è indicato per quali corsi di Laurea ne è permesso l’utilizzo.
  3. LE CARATTERISTICHE DELL’E-LEARNING
    L’e-learning utilizza la piattaforma informatica come strumento di realizzazione di un percorso di apprendimento dinamico che consente al discente di partecipare alle attività didattico-formative in una comunità virtuale.
  4. LA PROGETTAZIONE DEI CONTENUTI
    La qualità e l’efficacia del nostro sistema e-learning dei suoi corsi e dei suoi contenuti, è in grado di comunicare con chiarezza ed efficacia all’studente. Quando necessario, deve essere prevista una preventiva verifica della comprensione linguistica (soprattutto per utenti stranieri) prima che questi possano accedere al corso. Nel corso, il docente deve utilizzare un linguaggio chiaro e comprensibile; i contenuti scritti presentati devono essere facilmente leggibili; i filmati di approfondimento devono rendere chiaramente comprensibili gli esempi a cui si riferiscono; i documenti di approfondimento devono consentire all’utente incrementare le informazioni di base fornite dal corso; i test di verifica dell’apprendimento devono presentare domande progettate in modo che siano facilmente comprensibili, adeguate ed inerenti ai contenuti delle lezioni ed esposte in modo casuale per garantire l’impossibilità di proporre test uguali a diversi utenti e in caso di mancato superamento da parte di uno studente; la durata dei corsi di Laurea corispondono alle linee  guida del trattato di Bologna; il tempo di fruizione deve essere misurabile in modo effettivo, registrando questo ci impiega uno studente a prendere visione dei vari componenti del corso, senza applicare nessun coefficiente “inventato” (ad es. assumendo che un’ora di e-learning equivale a 2 ore d’aula).
  5. IL TUTOR
    La nostra attività didattica e-learning è sempre assistita da un e-tutor a disposizione dello studente per garantire la costante raccolta diosservazioni, esigenze e bisogni specifici degli utenti assistendolo nel suo percorso didattico. La reportistica dell’attività degli utenti in formato elettronico consente il grande vantaggio di effettuare statistiche ed analisi sull’andamento dei corsi da parte dell’e-tutor e del soggetto formatore.
  6. IL RIGORE DIDATTICO
    Il sistema e-learning didattico da noi progettato per offrire il massimo rigore didattico tecnicamente possibile. Ogni componente didattico del corso deve essere visto per intero dallo studente per essere dato per acquisito dal sistema. Sono previste delle prove di autovalutazione distribuite lungo il percorso formativo. Il superamento del test di verifica, in itinere e finali, deve avvenire soltanto con la percentuale di sufficienza considerata necessaria per il tipo di corso (almeno l’80% di risposte esatte) da parte dell’utente. Tale controllo di sistema non può in alcun modo essere by-passato dall’utente. Dove necessario per alcune tipologie di corsi, devono essere previste esercitazioni scritte da parte dell’utente che devono essere controllate dall’e-tutor prima di consentire all’utente la prosecuzione o la chiusura del corso.
  7. L’ARCHITETTURA TECNOLOGICA
    La nostra piattaforma garantisce efficenza stabile dal punto di vista software e si appoggia su infrastrutture informatiche adeguatamente strutturate per reggere il traffico degli utenti e sicure per garantire la tutela dei dati personali trattati. Il nostro sistema e-learning garantisce la stabilità nel tempo e il funzionamento anche in caso di picchi di utenti che vi si collegano. Di fatti le nostre l’infrastrutture tecnologiche su cui si appoggia e ben strutturata e ben assistita in server farm che garantiscano continuità del servizio 24 ore su 24, idonei sistemi di back-up e di ripristino, connettività suppletive ed alternative in caso di cadute di linea o picchi di traffico e sistemi di gestione dei dati contenuti tali da garantirne la riservatezza.
  8. LE CONDIZIONI PER L’UTILIZZO DELL’E-LEARNING
    UNISE utilizza la modalità e-learning per la formazione dei suoi Studenti assumendosi la responsabilità al fatto che si impegna a:
    - rendere disponibili agli Studenti le attrezzature idonee e necessarie alla fruizione del corso;
    - vigilare perché questa avvenga in orario di consono di applicazione didattica;
    - vigilare perché solo lo studente iscritto segua il corso.
  9. IL CONTROLLO DELL’ATTIVITÀ DIDATTICA
    Il nostro sistema e-learning è stato adeguatamente progettato consente la possibilità da parte di un organismo interno di vigilanza di operare attività di verifica on-line su ciascun utente. L’amministratore ha la possibilità di controllare in ogni momento la situazione del percorso formativo dello studente, accedendo ai dati dei “LOG” dell’utente ovvero il numero delle volte in cui egli è entrato nel sistema didattico con data, ora e durata della connessione; i corsi, le unità didattiche e le singole parti del corso svolte con i dati di valutazione dell’efficacia del corso svolto. La durata della formazione deve essere validata dal tutor del corso.

Riconoscimento CFU

banner cfu

Trasforma la Tua esperienza professionale in Crediti Formativi Universitari

Iscrizioni Aperte Tutto L’Anno  

  • Per conciliare studio, lavoro e impegni, segui tutte le lezioni da casa tua, è sufficiente una connessione internet e un pc.
  • Puoi iscriverti on line quando vuoi, le iscrizioni sono sempre aperte.
  • La segreteria on line è sempre aperta, non perdi tempo a spostarti da casa.
  • Sarai seguito da un tutor personale che ti risponderà subito in internet.
  • La tua esperienza professionale potrà essere riconosciuta come crediti universitari senza alcun limite (VAE) e cosi’potrai abbreviare la durata del corso di studi.

Nella maggirparte delle Università dei paesi Europei Il sistema di riconoscimento della propia esperienza professionale , funziona sulla base di “crediti”, ovvero di punteggi che vengono attribuiti per ogni corso e per ogni lavoro portato a termine, sia di tipo accademico, che di tipo extra-accademico, quale quello professionale. La psicologia dell’apprendimento insegna che il metodo più efficace per acquisire conoscenze e capacità è quella della soluzione dei problemi attraverso l’esercizio pratico. L’apprendimento di conseguenza risulta essere un processo attivo e non passivo; l’uomo non assorbe le cose solo attraverso la lettura di un libro o l’ascolto di una conferenza, ma lavora per imparare, e così facendo assimila meglio. Cerca le informazioni, prende delle decisioni, agisce sulle sue decisioni, le ricorda e le modifica dopo aver osservato gli effetti delle loro azioni, acquisisce, cioè, non solo conoscenze culturali bensì concrete competenze operative, applicabili praticamente e produttivamente in modo immediato nella professione. UNIESI basa il proprio programma di valutazione applicando la V.A.E. VALIDAZIONE DELLA ESPERIENZA ACQUISITA

  • Ammissione agli anni successivi al primo La Unise accetta anche l’ammissione agli anni successivi al primo dei suoi corsi di laurea, previo riconoscimento dei crediti conseguiti dai candidati presso altre università straniere.
  • Riconoscimento dei titoli accademici pregressi e/o degli esami sostenuti I corsi sono strutturati in forma modulare, secondo il modello europeo, basato sui principi del Processo di Bologna che prevede la quantificazione di tutti gli apprendimenti con crediti di studio European Credit Transfer System (ECTS), i quali assicurano il principio della compatibilità e trasferibilità dei crediti all’interno del sistema universitario europeo. Per iscriversi al Unise in base ad un titolo accademico già posseduto, oltre ad ottemperare a quanto previsto e descritto al punto uno, occorre presentare la documentazione relativa alla pregressa carriera scolastica. Lo studente può essere iscritto con abbreviazione di carriera previa delibera del consiglio di corso di studio, che procede alla valutazione della carriera universitaria individuando la parte di carriera che viene confermata e l’ulteriore svolgimento della carriera stessa.
  • Procedura di riconoscimento degli esami sostenuti all’estero Lo studente richiede il riconoscimento degli esami sostenuti all’estero compilando e sottoscrivendo l’apposito modulo. Lo studente, inoltre, deve allegare al suddetto modulo “richiesta di riconoscimento esami”: il Transcript of Records; il Learning Agreement (LA). L’esame superato all’estero è riconoscibile dal Consiglio di Facoltà, qualora il relativo programma sia riconducibile ad uno dei corsi impartiti presso la Facoltà e non corrisponda a quello di un esame già superato. L’attività di ricerca per tesi non comporta il riconoscimento di crediti. CONDIZIONI PER IL RICONOSCIMENTO DEI CREDITI DI LINGUA STRANIERA 

    I corsi di lingua straniera sostenuti all’estero saranno riconosciuti solo se contenuti nel Transcript of Records. Se tali corsi sono relativi alla lingua straniera la cui conoscenza è stata verificata prima della partenza, è necessario che l’università straniera certifichi il (superiore) livello conseguito dallo studente e che questo sia necessariamente riconosciuto dal CIAL.

    Qualora i crediti riportati siano espressi in CFU, ogni credito corrisponde ad un credito ECTS.

  • La conversione degli esami superati all’estero La conversione degli esami è effettuata sulla base del numero di crediti formativi acquisiti, solo se soddisfano le seguenti condizioni: gli esami siano stati sostenuti da non più di cinque anni dalla data di presentazione della domanda di riconoscimento, il programma di studio sia corrispondente al programma previsto nel corso di studio prescelto, le eventuali conversioni verranno autorizzate dai Consigli Unificati dei Corsi di studio senza il parere favorevole del Docente della disciplina qualora sia complementare, invece per gli insegnamenti che hanno una doppia valenza fondamentale o caratterizzante saranno convertiti con il parere favorevole del Docente di riferimento.

Lo studente che intende chiedere il riconoscimento di esami, attività formative o altre attività, deve inoltrare una richiesta di riconoscimento crediti, e/o abbreviazione, esclusivamente mediante l’invio del propio Curriculm in Formato Europeo con annesso Modulo Vae al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

La richiesta va inviata esclusivamente on-line.

Possono fare domanda di abbreviazione della durata degli studi:

  • gli studenti già in possesso di una laurea o diploma universitario conseguito presso altre Università.
  • gli studenti in possesso di esperienze professionali e/o studi affini con il corso di laurea. Una Commissione avrà il compito di esaminare i curricula dei candidati ai fini della determinazione di crediti formativi attribuibili.

World Time

  • London New York Zugo

     

     

     

     

     

 

Contatti

UNIVERSITA' TELEMATICA PRIVATA
UNISANRAFFAELE - UNISE

Indirizzo: GRAFENAUWEG N.10 - C.A.P. 6301
Località: ZUGO
zug CANTON ZUGO
Flag of Switzerland.svg SWITZERLAND

  • Tel: +41.415.880.190

 

« November 2017 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
Partly cloudy

4°C

ZUGO

Thursday
Partly cloudy
1°C / 11°C
Friday
Mostly cloudy
3°C / 11°C
Saturday
SP_WEATHER_RAIN_AND_SNOW
5°C / 10°C
Sunday
SP_WEATHER_RAIN_AND_SNOW
3°C / 6°C

Newsletter

Sei qui: Home Università Info generali